Nel corso degli ultimi mesi il caro bollette ha messo in forte difficoltà le famiglie e le aziende italiane. Anche se il Governo è intervenuto con alcuni bonus per contenerne il costo, purtroppo il problema è ancora di grande attualità. Ma come risparmiare sulle bollette?

Con la pandemia ancora tra noi, le quote di emissione di CO₂ che sono aumentate, l’inflazione e la guerra in Ucraina in atto, risulta davvero complesso fare una previsione realistica su quando finirà questo caro bollette. In questo periodo gli italiani devono far fronte ai suddetti rincari ed è quindi importante trovare delle piccole soluzioni che consentano un risparmio concreto in termini di consumi, compensando l’aumento dei costi.

Alcuni consigli su come risparmiare sulle bollette

I modi per limitare i consumi sono molti, ma alcuni di questi sono più efficaci di altri perché riguardano elettrodomestici non strettamente necessari che possono influire molto sui costi della bolletta dell’energia elettrica. Ma prima di parlare di questi, ecco alcune idee per ottimizzare i consumi di quelli che sono invece essenziali:

  • staccare le spine dei dispositivi quando non si usano o, meglio ancora, sfruttare le ciabatte multipresa, che consentono di spegnerli in contemporanea. Lasciarli in stand by comporta in ogni caso un uso di energia che, di fatto, è evitabile. Questi tipi di consumi sono detti “carichi fantasma” e possono arrivare fino al 75% del consumo totale di energia elettrica;
  • con il forno sono preferibili le cotture in modalità ventilata, più rapide grazie alla circolazione dell’aria calda. Inoltre, se possibile è meglio usare il microonde, che consuma di meno rispetto al forno tradizionale;
  • il condizionatore va usato con buon senso, con le finestre chiuse e preferendo la sola deumidificazione, che è meno dispendiosa a livello energetico;
  • con la lavatrice e la lavastoviglie è bene preferire i lavaggi in modalità Eco, a risparmio energetico. Inoltre, è meglio evitare i cicli superflui, cercando di riunire i carichi per avere sempre l’elettrodomestico pieno.
  • quando si è costretti a sostituire un elettrodomestico è bene sceglierne uno a basso consumo, aiutandosi con l’etichetta energetica riportata su di esso;

Infine, anche il livello di isolamento della casa influisce sulla bolletta: un’abitazione ben isolata consente infatti di risparmiare energia sia in estate che in inverno. Tuttavia, in questo caso è necessario un intervento molto più strutturale.

Come risparmiare sulle bollette con le lampadine a LED

Per il risparmio energetico è molto importante utilizzare le lampadine a LED in tutti i punti luce della casa. Se di buona qualità, un prodotto di questo tipo è infatti costruito per durare nel tempo e, con un utilizzo medio, può arrivare ad oltre 20 anni di vita. Questo dato è incredibile se pensiamo che la vita media di una lampadina ad incandescenza va dai 6 mesi ad 1 anno, quella di una lampadina alogena è di circa 2 anni e quella di una lampadina fluorescente va dai 6 ai 15 anni.

Ma i motivi per fare questo passo non finiscono qui! Le lampadine a LED emettono infatti lo stesso flusso luminoso (in lumen) di una lampadina classica, ma con un consumo energetico assai ridotto. Il risparmio in bolletta arriva fino al 93% rispetto alle ormai obsolete lampadine ad incandescenza; all’80% rispetto alle lampade alogene e al 50% rispetto alle fluorescenti.

Nello sfortunato caso in cui dovesse verificarsi un guasto il consiglio è di rivolgersi al produttore che, di solito, prevede una garanzia di qualche anno sulle lampadine.

I consumi delle diverse tecnologie a confronto
Lampadina LED - come risparmiare sulle bollette
Le lampadine a LED hanno un basso impatto energetico

Spegni questi elettrodomestici!

Ci sono poi alcuni elettrodomestici non indispensabili che possono influire in modo deciso sui consumi:

  1. l’asciugatrice, che è molto comoda ma è anche molto dispendiosa a livello energetico. Soprattutto in questo periodo storico e in particolar modo durante la bella stagione è preferibile rispolverare il buon vecchio stendino e sfruttare quanto più possibile il sole;
  2. la friggitrice, presente nelle case di molti italiani. I fritti si sa, sono amati da tutti e cucinati di frequente soprattutto in alcune regioni del bel paese. L’elettrodomestico dedicato di sicuro è un bell’aiuto ma non è essenziale. Ne consegue che per il momento la friggitrice si può tenere da parte al fine di risparmiare sui costi in bolletta.

Linea Zero e la tecnologia LED

L’azienda ha lavorato al fine di contribuire alla diffusione del LED nel settore dell’illuminazione. Proprio per questo fin dal 2016 tutte le lampade nel catalogo di Linea Zero supportano questa tecnologia. Ciò ha permesso un maggiore impiego di questo sistema e ha anche responsabilizzato gli utenti riguardo ai consumi energetici. Inoltre, alcune collezioni come Dalia e Lazer sono prodotte e vendute con il LED integrato.

SCARICA IL CATALOGO DI LINEA ZERO

Dalia, lampada con LED integrato disegnata da Matteo Agati
Lazer, piantana con LED integrato

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.